09 marzo 2017

Due chiacchiere con.. Andrea Petroni

che ama definirsi un "musicista laureato in economia con la passione per i viaggi".

Andrea ama definirsi come un "musicista laureato in economia con la passione per i viaggi". Nel 2009 ha fondato VoloGratis.org - uno dei travel blog più influenti in Italia - che si prefigge come obiettivo quello di aiutare a viaggiare di più spendendo il meno possibile, gratis o quasi. Nel 2016 è tra i 5 blogger più famosi d'Italia secondo Il Corriere della Sera e La Stampa.

Nel 2017 verrà pubblicato il suo primo libro.


Durante i tuoi viaggi hai scoperto qualche ingrediente particolare?
Credo che per entrare in contatto con la cultura locale non ci sia niente di meglio che immergersi nella cucina del Paese che ci ospita, io sono un tipo molto curioso e in ogni viaggio cerco sempre di assaggiare i sapori dei luoghi in cui mi trovo. Di piatti curiosi ne ho assaggiati molti come ad esempio l'haggis scozzese ripieno di interiora, lo stoccafisso disidratato mangiato come snack in Islanda, o l'alce in Svezia.

Andando però al singolo ingrediente mi vengono subito in mente le mille spezie utilizzate a Mauritius o alle Seychelles, e se proprio devo trovarne uno in particolare che mi abbia colpito allora dico l'habanero, il "temibile" peperoncino messicano. Mi ha colpito nel vero senso del termine e vi racconto un episodio simpatico - soprattutto per chi era con me - che mi è capitato lo scorso anno a Izamal, una delle città magiche (pueblo magicos) dello Yucatán. Ero in un meraviglioso ristorante yucateco insieme a gente del posto. Iniziano a servirci le tortillas da riempire e trasformare in tacos, e uno di loro mi chiede "Andrea, ti piace il piccante? prova questo" Io sfodero un sorrisone, allungo la mano per prendere la boccetta verde e rispondo "certo che mi piace". Inizio a versare prima una goccia, poi due, tre, quattro...e lui "basta Andrea che è forte!" E io "ma no, figurati". Arrotolo la tortilla, la sollevo dal piatto, la addento e in un secondo il mio viso si accende di un colore rosso vivace e gli occhi mi schizzano fuori dalle orbite. Mi sembravo Fantozzi nella scena delle polpette bollenti. Pensavo fosse piccante, ma non fino a quel punto....

Come prepari la tavola per una cena tra amici e come la prepari per una cena romantica a due?
Per una cena romantica cerco di essere il più possibile minimal, sulla tavola solo l'essenziale: piatti, bicchieri, posate, e qualche petalo di rosa essiccato. Poche cose che non distolgano l'attenzione dal vero senso della serata.

Per una cena goliardica tra amici, al contrario, cerco di mettere tutto ciò che serve, onde evitare di alzarmi ripetutamente da tavola e interrompere le risate e le battute che si creano sempre in quelle situazioni.

Quali mete ci consigli per Pasqua o i ponti di primavera?
Per Pasqua e per i ponti di Primavera vi consiglio innanzitutto l'Andalusia. Siviglia, Granada e Cordoba sono perfette per questo periodo dell'anno in cui le temperature sono ancora accettabili. Poi le celebrazioni della Semana Santa sono una di quelle cose a cui assistere almeno una volta nella vita. Quel mix tra sacro e profano, in un ambiente con forti richiami al mondo arabo è a dir poco strepitoso.

La primavera è anche il periodo perfetto per visitare altre città europee come le super classiche ma sempre splendide Londra, Parigi e Amsterdam, le meravigliose città fiamminghe di Bruges e Gent facilmente raggiungibili da Bruxelles, o anche Atene, tra storia e modernità. Io poi ho un debole per la cucina greca...

Quando cucini, quali sono gli accessori di cui non puoi fare a meno?
Lo ammetto, quando cucino sono piuttosto disordinato e invado la cucina di utensili e di pentole. Una cosa a cui proprio non rinuncio è la bilancia pesa alimenti. Sono uno che segue scrupolosamente le ricette alla lettera e sto attentissimo al peso di ciascun ingrediente, ho la mente matematica e do grande importanza ai numeri.

Tra i prodotti H&H, quali sono i tuoi preferiti?
Per i pranzi e le cene di tutti i giorni utilizzo le tovagliette all'americana, le trovo comode e di ottimo materiale, ho anche quelle in pvc, decisamente pratiche. Nelle cene un po' più particolari amo utilizzare anche i piatti da portata in ardesia che aggiungono quel tocco naturale e rustico alla presentazione, che tanto mi piace in contrasto con l'arredamento moderno della mia casa.




Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con l'*




Articoli simili

Due chiacchiere con.. A Casa di Ro

Due chiacchiere con.. Olivia Brusca

Due chiacchiere con.. Annalisa Aricò

Articoli più recenti

Complementi tavola e cucina un po' hippy e un po’ vintage

Un brindisi ai colori

Wok, il tegame più antico del mondo

H&H LIFESTYLE utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione.